Medici confermano prima morte umana ufficialmente causata da OGM!!

Tutto ciò nei giorni in cui Il mais 1507, una varietà OGM sviluppata da DuPont e Dow, potrà fare il suo ingresso trionfale nell’Unione Europea grazie all’imminente approvazione da parte della Commissione Europea della nuova legge sugli OGM...

Differenziata: il grosso affare delle amministrazioni locali!!

Aumentare a dismisura la TARSU per mandare poi tutti i rifiuti in discarica...

L'Europa multa l'Italia per inquinamento da arsenico, mercurio e cadmio!!

Italia prima in Europa per emissioni di arsenico, cadmio, mercurio e perfino cianuro nell'acqua destinata alla potabilità...

Charlie Hebdo: uno dei killer era quasi cieco!!

Uno dei due cecchini era quasi orbo, al punto che le autorità francesi gli negarono la patente anche con l'ausilio degli occhiali. Non vedeva una mazza, ma ha dimostrato di essere un tiratore infallibile.

Scandalo Austria: anche le banche europee cominciano a saltare?

Abbiamo riflettuto a sufficienza sulle conseguenze della perdita della sovranità nazionale e della possibilità di emettere moneta?

domenica 31 maggio 2015

Scandalo Eni - Il petrolio del vicino è sempre più verde...

    In queste ore, il settimanale l'Espresso si sta occupando di una maxi tangente datata Aprile 2011, grazie alla quale Eni si sarebbe assicurata una concessione petrolifera in Nigeria.
Come al solito, il mainstream tutto sembra cadere dalle nuvole, sebbene si tratti di uno scandalo che, se confermato, vedrebbe implicata quella che persino Julian Assange, cofondatore e caporedattore di WikiLeaks, afferma essere "la vera grande azienda corrotta italiana" [1].

    Senza scomodare il resto del Mondo, basterebbe ricordare, per esempio, che, secondo dati ancora non ufficiali, esiste un posto, in Italia, in cui 40 bambini ogni 1000 nascono con malformazioni; sei volte in più della media nazionale.
L'inchiesta aperta dalla Procura di Gela per far luce sulle responsabilità, vede come "imputato" principale proprio l'Eni.

venerdì 29 maggio 2015

Campi Rom, la chiave per vincere le prossime elezioni?

    Matteo Salvini, bannato da vari social network, qualche tempo fa, per le sue esternazioni sui campi Rom ("li raderei tutti al suolo") e per aver scritto la parola "zingari" sul suo profilo, in questi giorni è tornato all'attacco ‪dopo l'incidente di Roma in cui, nel quartiere Boccea, un'auto con a bordo tre persone di origine rom, dopo essere fuggita all'alt della polizia, ha travolto otto passanti uccidendo una donna.
"Raderemo al suolo tutti 'sti maledetti Campi Rom", queste le parole di Salvini sul suo profilo di Facebook.

    Tornando indietro di qualche anno ci si accorge però che nel 2009 è stata proprio la Lega Nord a finanziare la costruzione ed il consolidamento dei campi nomadi per una cifra che si aggirava intorno ai 60 milioni di Euro, grazie all'intercessione personale dell'allora Ministro degli interni Roberto Maroni.

martedì 26 maggio 2015

Terminal 3, puzza di bruciato?

    Il 18 Aprile del 2007, verso l'ora di pranzo, un incendio devasta lo stabilimento della "De Longhi" situato nella periferia di Treviso.
Alle 18:30 circa, il Presidente della Provincia di Treviso, Leonardo Muraro, rassicura tutti sui risultati delle analisi effettuate che "non danno motivi d'allarme perché non è presente la diossina nella colonna di fumo elevatasi dall'incendio."

    A tranquillizzare ulteriormente la popolazione, interviene l'Arpav ("Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto") che, tramite un comunicato datato 18 Aprile 2007, lo stesso giorno dell'incendio, fa sapere che "non ci sono motivi di ritenere che vi sia rischio legato alla diossina nel rogo dell'azienda De Longhi." [1]

Per approfondimenti...